Sabato, 19 Ottobre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Giornata Mondiale contro il cancro: Intervista a Maria Cristina Tuccimei Calabresi, Presidente della Fondazione Federico Calabresi Onlus

MCristina2 003new

3 feb - In occasione della Giornata Mondiale contro il cancro, che si celebra il 4 febbraio, abbiamo il piacere di ospitare l’intervento di Maria Cristina Tuccimei Calabresi, Presidente della Fondazione Federico Calabresi Onlus di Roma, che si occupa di oncologia su tutto il territorio nazionale.

La Fondazione Federico Calabresi Onlus è stata costituita nel 1995 per proseguire l'impegno del prof. Federico Calabresi, una figura di riferimento dell'oncologia italiana, fondatore del reparto di Oncologia medica a Latina e primario dell’Istituto Tumori Regina Elena di Roma, dove per primo istituì nel 1994 una sala cinema per i pazienti per alleviare la malattia, recentemente alcuni ospedali italiani ne hanno seguito l’esempio. A testimonianza del suo valore a Roma gli è stata intitolata una strada nei pressi del Policlinico Casilino.

Come è nata la Fondazione FFC?

Sentendo il grande vuoto della sua mancanza, abbiamo realizzato quanto fosse importante il suo operato dal punto di vista scientifico e umano, quanto fosse in grado di comunicare umanità e messaggi di speranza ai suoi pazienti, così abbiamo deciso di continuare la sua opera prefissandoci degli obiettivi e organizzando alcune attività fondamentali.

Quali sono gli obiettivi della Fondazione?

Sono fondamentalmente tre: promuovere ricerche nell'ambito dell'informazione, comunicazione e formazione in campo medico con particolare riferimento all'oncologia; promuovere ogni forma di intervento, finalizzato soprattutto all'umanizzazione dell'assistenza medica in generale, e nell'ambito oncologico in particolare; e consentire la più ampia divulgazione delle conoscenze acquisite determinanti per il benessere e lo sviluppo dell'uomo con particolare riguardo alle esigenze del paziente oncologico e dei familiari.

Quali sono le vostre attività?

La partecipazione a corsi di formazione che si propongono l’aggiornamento continuo su temi specifici dell’oncologia medica destinati a personale medico e paramedico; l’assegnazione di borse di studio a giovani medici che hanno pubblicato lavori di ricerca su riviste scientifiche di alto impact factor; e infine la divulgazione, a titolo gratuito, di opuscoli informativi destinati ai pazienti e ai loro familiari, realizzati, grazie al generoso contributo di esperti e di operatori del settore, che rispondono alle più comuni domande e dubbi in merito ai vari problemi del paziente oncologico.

A proposito della divulgazione, cosa trattano e qual è lo scopo degli opuscoli informativi sulle varie tipologie di cancro? E quali sono i riscontri prodotti a livello nazionale?

Sono guide monografiche sulla malattia tumorale molto utili per rispondere alle più comuni domande e dubbi in merito ai vari problemi che toccano il paziente, sono alla portata di tutti perché caratterizzate da un linguaggio semplice e diretto. In oltre vent’anni di attività sono stati pubblicati numerosi titoli, stampati in diverse edizioni. Vengono diffuse gratuitamente ai pazienti e ai loro familiari e nei reparti di oncologia, day hospital, scuole infermieri, associazioni di volontariato di tutta Italia. Le guide sono molto richieste e possono anche essere scaricate online in formato PDF qui: http://www.accmed.org/ffc/le-guide; Inoltre sono scaricabili gratuitamente per tablet con sistema operativo iOS e Android, basta scaricare l’applicazione su http://app.accmed.org o utilizzare il QRcode.

La Fondazione Federico Calabresi Onlus cosa suggerisce per aiutare l’oncologia?

L’educazione sanitaria a scuola sarebbe un investimento auspicabile per aiutare la diffusione della cultura della prevenzione.

Com’è oggi il rapporto tra medico e paziente?

In realtà questo rapporto è ancora molto difficile da entrambi le parti. L’oncologo ha un compito durissimo ossia la comunicazione di una grave diagnosi, il paziente e il familiare di conoscerne l’esito infausto. E’ indispensabile, da parte del medico, un atteggiamento empatico, farsi alleato con il paziente, la buona comunicazione è la migliore medicina. Per il paziente e la sua famiglia ci sarà un cambiamento totale della vita, dal lavoro alla relazione con gli altri, oltre ad affrontare le terapie. La disponibilità dell’oncologo curante è fondamentale per dare fiducia e sostegno. Si deve creare un’alleanza nel rapporto tra le due figure.

Quali altre figure del personale sanitario possono collaborare alla serenità del paziente nel difficile percorso della malattia tumorale?

Sicuramente il personale infermieristico che oltre alla competenza tecnica non può non affiancare una calorosa accoglienza; fondamentale è la presenza di uno psico-oncologo nei reparti ospedalieri (non sempre è previsto in organico) che segue il paziente e anche i familiari nel percorso della malattia e delle terapie. Si deve offrire al paziente una qualità di vita il più sostenibile possibile.

Quale è il giudizio del pubblico rispetto alla malattia Cancro?

Purtroppo il pubblico è influenzato da un’errata informazione. Quando i media scrivono: il tale è morto di una malattia incurabile. No, non è così.. certo a volte la malattia si presenta quando è troppo tardi, ma per molte patologie tumorali le cure sono numerose e sempre nuove, molte forme di tumore si curano, guariscono o si cronicizzano e si può condurre una vita normale, in famiglia e al lavoro.

Quali contatti ha con i pazienti?

Sono volontaria in un reparto di oncologia in un grande ospedale a Roma. E’ un piacere stare con i pazienti, ascoltarli, tranquillizzarli, incoraggiarli, sono persone speciali, alcuni trovano tanta forza dall’esperienza della malattia e la trasmettono anche a chi gli sta accanto.

Mi auguro che la ricerca in campo oncologico trovi sempre più soluzioni per combattere il cancro e che questa ancora temibile malattia diventi definitivamente guaribile in tutti i casi.

 

Per spere di più sulla Giornata Mondiale contro il Cancro e sul Programma ONU cliccare qui

Per sapere di più sulla Fondazione Federico Calabresi cliccare qui

 

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px