Venerdì, 20 Settembre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Perché servono più peacekeeper donna?

donne peacekeeping

23 feb – In tutti i settori del peacekeeping, le donne hanno dimostrato di essere in grado di svolgere gli stessi ruoli dei loro colleghi uomini, con gli stessi livelli di qualità, e nelle stesse situazioni di difficoltà. L’assunzione e la formazione di donne nei ranghi dei peacekeeper ONU diventa quindi un imperativo a livello operativo. Dal momento che le attività di pace e sicurezza delle Nazioni Unite si sono evolute ed abbracciano ora un approccio umanitario più ampio, le donne sono viste sempre più come una componente vitale delle operazioni di peacekeeping. 

L’uguaglianza di genere rappresenta uno degli obiettivi prioritari del Segretario-Generale Ban Ki-moon, in conformità con l’obiettivo numero 5 degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (SDG). Nel 1993, le donne rappresentavano l’1% dei caschi blu. Nel 2014, su circa 125.000 peacekeeper, le donne costituiscono il 3% del personale militare e il 10% del personale di polizia nelle missioni ONU. Nelle missioni speciali di carattere politico, invece, le donne rappresentano il 29% del personale internazionale e il 17% del personale nazionale. La Divisione Polizia del Dipartimento di Operazioni di Peacekeeping ha lanciato una campagna di “Sforzo Globale” per reclutare più ufficiali di polizia donna all’interno dei servizi di polizia nazionale e nelle operazioni di polizia ONU in tutto il mondo.

Perché è importante che vi siano peacekeeper donna?

La presenza di donne tra i peacekeeper offre un modello di comportamento alla comunità locale, ispirando donne e ragazze in società che sono spesso dominate dagli uomini, affinché affermino i propri diritti e partecipino nei processi di pace.

Un aumento del reclutamento di donne tra i caschi blu ha un’importanza critica per:

- emancipare le donne nella comunità ospite;

indirizzare specifici bisogni di donne ex-combattenti nel processo di re-integrazione nella società civile;

avvicinare le donne della comunità ai gruppi di peacekeeping;

intervistare le vittime sopravvisute alla violenza di genere;

formare e istruire cadetti donna nelle accademie militari e di polizia;

interagire con donne in società in cui alle donne è proibito parlare con gli uomini.

 

Inoltre, la presenza di peacekeeper donna può:

aiutare a ridurre le situazioni di conflitto;

migliorare il supporto alle donne locali;

fornire modelli di comportamento per le donne nella comunità;

promuovere un maggiore senso di sicurezza nella popolazione locale, in particolare tra donne e bambini;

ampliare il ventaglio di competenze offerte durante una missione di peacekeeping.

Per approfondire:

Donne nel peacekeeping.

- Divisione Polizia ONU

Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile.

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px