Venerdì, 20 Settembre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

La 66° Conferenza DPI/NGO adotta un Piano d'Azione globale sull'educazione per la società civile

Youth DPI

1 giu - La 66° Conferenza DPI/NGO svoltasi a Gyeongju, nella Repubblica di Corea, con la partecipazione attiva di una molteplicità di attori della società civile si è conclusa oggi con l’adozione di un Piano d’Azione (scarica il PDF) a sostegno dell’educazione per la realizzazione degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile.

Dal podio della Conferenza, il Sottosegretario ONU per le Comunicazioni e l’informazione pubblica Cristina Gallach ha detto: “Questa Conferenza è solo l’ultima delle testimonianze del valore che le Nazioni Unite attribuiscono alle partnership con il mondo accademico e le ONG.”

Il Piano d’Azione contiene un insieme di misure concrete per dare avvio all’implementazione dell’Agenda 2030 a partire dai territori e dalle comunità. Con l’adozione del documento finale, ONG, settore privato e mondo accademico hanno data seguito alla convinzione che lo sviluppo di un senso di cittadinanza globale tramite l’educazione e l’istruzione è cruciale per affrontare le sfide globali del nostro tempo. Il Piano promuove l’educazione intesa nella sua dimensione critica e creativa, capace di rendere tutti gli individui soggetti attivi dei processi decisionali e dello sviluppo in una società complessa, ramificata, interconnessa e variegata qual è quella attuale. Un’educazione capace di trasmettere rispetto per la diversità, spirito etico, senso di responsabilità e percezione dei legami di interdipendenza tra gli uomini, e tra questi e il pianeta.

Come riconoscimento del ruolo cruciale delle giovani generazioni e dell’importanza del loro coinvolgimento nelle decisioni che condizionano i processi di apprendimento, capaci di produrre effetti profondi e durevoli sul loro futuro, per la prima volta dalla storia della Conferenza è stata redatta una Dichiarazione dei Giovani (Youth Declaration).

Ahmad Alhendawi, Inviato del Segretario Generale per i Giovani, ha dichiarato: “la Conferenza non ha solo rafforzato il ruolo chiave delle ONG nella realizzazione dell’Agenda 2030, ma ha inoltre richiamato l’attenzione sull’urgenza di investimenti nell’istruzione per la Cittadinanza Globale al fine di sprigionare il potenziale di gran numero di giovani e giovanissimi.”

Come sottolineato dalla Rappresentante ONU della comunità baha'í e leader dei giovani alla Conferenza Saphira Rameshfar: “la Dichiarazione dei Giovani ci ricorda che vi è bisogno di loro in veste di leader e decisori, non solo nei forum della gioventù e nei consessi ad-hoc, ma in tutti gli spazi in cui si determinano la direzione e il corso delle società”.

Il Piano d’Azione, frutto della convergenza di un gran numero di portatori d’interessi, verrà divulgato e condiviso diffusamente con la società civile, il sistema ONU, gli Stati membri, le organizzazioni attive nel settore dell’educazione e dell’apprendimento.

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px