Martedì, 17 Settembre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Giornata internazionale in ricordo della tratta degli schiavi e della sua abolizione, 23 agosto

 haiti

23 ago - “Nella notte tra il 22 e il 23 agosto 1791, donne e uomini africani strappati alla loro terra e venduti come schiavi si ribellarono contro il sistema schiavile". Quell’atto di resistenza all’oppressione avrebbe fatto da preludio al raggiungimento della libertà e dell’indipendenza di Haiti nel 1804. E’ in omaggio a tutti coloro che si sono battuti per la libertà e a promozione della conoscenza della loro storia e cultura che si celebra oggi la Giornata internazionale in ricordo della tratta degli schiavi e della sua abolizione.

Come ha ricordato la Direttrice Generale UNESCO Irina Bokova, “La sollevazione di quegli schiavi” secoli fa, radicata nell’esperienza coloniale e schiavile diffusa su scala globale dal XV al XIX secolo, “ha prodotto un impatto considerevole sulla lotta per l’affermazione dei diritti umani universali” contro pregiudizio, discriminazione razziale e ingiustizia sociale.

La tratta degli schiavi e la schiavitù hanno prodotto una tempesta di rancore e crudeltà trascinatasi fino ai nostri giorni. Al tempo stesso, quel lungo, buio capitolo di storia mondiale è intessuto delle vite di centinaia di migliaia di donne e uomini di origine africana che hanno risposto alla barbarie, all’oppressione sistematica e alla negazione della loro umanità con coraggio e orgoglio.

Sin dal 1994, tali temi sono presenti nell’agenda promossa dalle Nazioni Unite a livello globale, di cui una pietra miliare rimane il riconoscimento della tratta schiavile e della schiavitù quali ‘crimini contro l’umanità’ nella Dichiarazione di Durban del 2001, descritte come “tragedie terribili nella storia dell’umanità, non solo in forza della loro abominevole barbarie, ma anche della loro estensione, natura organizzata, e specialmente nella negazione alle vittime della loro essenza...”

Nel 2013, inoltre, le Nazioni Unite hanno proclamato il 2015-2024 Decade per le persone di origine africana, un passaggio che segue a distanza di quindici anni l’istituzione della Giornata internazionale in ricordo della tratta degli schiavi e della sua abolizione celebrata oggi.

descent

In tale cornice, imperniata sul riconoscimento istituzionale e la tramissione della memoria di tale tragica esperienza storica e umana, si inscrive l’azione dell’UNESCO con il progetto ‘Slave Route’. Promuovendo l’istituzione di ricorrenze annuali, la ricerca e l’insegnamento sulla storia della schiavitù, ‘Slave Route’ intende preservare la memoria collettiva, sensibilizzare la cittadinanza sull’eredità della schiavitù radicata in sistemi istituzionali segnati da pregiudizio e oppressione. E' solo promuovendo consapevolezza sul portato di ingiustizie di tale sistema organizzato di prevaricazione nel corso dei secoli che si rende possibile il superamento di pregiudizi e discriminazione verso società giuste e inclusive.

La promozione di una cultura di dialogo e tolleranza passa anche attraverso la celebrazione della vivacità di tradizioni della cultura africana e della sua influenza nelle aree interessate dalla tratta schiavile - le Americhe, i Caraibi, l’Oceano Indiano, il Medio Oriente e l’Asia- che ha dato luogo a pratiche, costumi e forme artistiche ibride attraverso la dialettica interculturale, gli atti di resistenza alla dominazione e l’anelito alla libertà di milioni di donne e uomini.

 

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px