Martedì, 15 Ottobre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale in occasione della Giornata Internazionale sulla Non Violenza

2 ott - Ogni anno, in occasione della Giornata Internazionale sulla Non Violenza, rinnoviamo il nostro impegno per la causa della pace, come esemplificato dalla vita del Mahatma Gandhi, nato proprio il due ottobre di 147 anni fa.
 
Sappiamo che la cultura della non violenza comincia con il rispetto per gli altri, ma non finisce lì. Per alimentare la pace, dobbiamo rispettare la natura. Mi rallegro dunque perché i temi scelti per la Giornata di quest’anno sono la sostenibilità e l’ambiente.
 
In ogni suo atto, Gandhi rese onore a tutti gli esseri viventi, rammentandoci che “la Terra ci dà abbastanza per soddisfare i bisogni di ciascuno, ma non la loro avidità”.    Gandhi ci ha inoltre sfidato a “essere noi il cambiamento che vorremmo vedere nel mondo”. 
 
Oggi questo impegno si riflette in uno sviluppo oltremodo attuale. L’India sta infatti depositando il proprio strumento di ratificazione dell’Accordo di Parigi sul cambiamento climatico. Quale miglior modo di commemorare il Mahatma Gandhi e il suo lascito ai popoli e al pianeta.
 
Esprimo il mio vivo rallegramento all’India per il ruolo che in tal modo assume in materia di lotta al cambiamento climatico, e per approfittare della contingenza positiva che dovunque nel mondo il cammino verso l’entrata in vigore dell’accordo il prima possibile entro l’anno sta conoscendo. La ratificazione dell’India marca un significativo passo avanti del mondo verso il conseguimento dell’obiettivo.
 
Esorto tutti gli Stati a completare le procedure nazionali per la ratificazione e a fare della non violenza il principio ispiratore della loro azione nei diversi settori. Ciò è essenziale per costruire un mondo più sicuro, sano e pacifico.
 
Per saperne di più, clicca qui.

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px