Venerdì, 20 Settembre 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Cine ONU sbarca in Italia

19723822 10207749100879460 1038808032 o

5 lug - Il CineONU di UNRIC ha aperto un nuovo sbocco nazionale con la proiezione del film italiano "Schiavi: le rotte di nuove forme di sfruttamento", presso la prestigiosa sede della Casa del Cinema di Roma.

Organizzato congiuntamente da UNRIC, UNICRI e Cinemonitor, il portale del cinema dell'Università di Roma La Sapienza, il "numero zero" dell'edizione italiana dell'iniziativa cinematografica di successo di UNRIC ha accolto la partecipazione di circa 200 persone che hanno visionato la pellicola di 62 minuti diretta da Stefano Mencherini. 

Il film ha gettato luce sul modo in cui dal 2011 la politica, l'economia e i media in Italia hanno trattato il tema della migrazione, causando un deterioramento dei diritti dei migranti e dando vita a una stagione di nuova schiavitù.

Il giudice italiano Maria Grazia Giammarinaro, Relatrice Speciale ONU sulla tratta di essere umani, e Roberto Zuccolini, portavoce della Comunità di Sant'Egidio, hanno partecipato al dibattito, moderato da UNRIC, che ha fatto seguito alla proiezione.

Questi sono giorni cruciali per il destino delle politche migratorie europee e nazionali, mentre la pressione dal corridoio libico attraverso il Mediterraneo centrale continua a crescere e l'Italia si fa carico della maggior parte (85%) dei 101 mila migranti e rifugati che sono giunti nei Paesi dell'Europa meridionale nei primi sei mesi di quest'anno. Di fronte a questo preoccupante scenario, caratterizzato da interessi e priorità nazionali divergenti, così come da una mancanza di cooperazione e di volontà politica da parte degli Stati Membri dell'Unione Europea, gli ospiti hanno concordato che un'effettiva solidarietà internazionale e una piena ed efficace attuazione delle norme preesistenti potrebbero aiutare a invertire la tendenza attuale.

La Relatrice Speciale dell'ONU ha descritto le sconcertanti dinamiche della tratta di esseri umani, spiegando inoltre il proprio ruolo e l'agenda che il suo ufficio porterà avanti, mentre il portavoce di Sant'Egidio ha illustrato i meccanismi e le virtù dei corridoi umanitari e il loro potenziale per un'efficace integrazione di migranti e rifugiati. Tuttavia, i corridoi hanno sinora permesso l'arrivo e l'integrazione sicuri di solo poche centinaia di persone, visto che il progetto è totalmente autofinanziato. Se gli Stati adottassero i corridoi, il numero di persone potrebbe considerevolmente aumentare, aiutando a smontare la logica dei populisti secondo la quale i flussi di migranti spianano la strada ai terroristi che vogliono entrare in Europa.

Qesto tema è oggi al centro del dibattito italiano, che spiega il successo della prima proiezione CineONU a Roma. UNRIC e Cinemonitor si sono detti d'accordo nel capitalizzare il supporto di partner come RAI Cinema e ANAC, l'associazione degli autori cinematografici, e di prendere in considerazione un'attività mensile e regolare a partire da ottobre.

Inoltre, ANAC ha suggerito l'ipotesi che uno dei posti gestiti dall'Associazione nel contesto del Festival del Cinema di Venezia potrebbe essere riservato a UNRIC per presentare Cine ONU Italia a grande pubblico in autunno. 

19850632 10207749101799483 1887372372 o

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px