Domenica, 21 Luglio 2019
UNRIC logo - Italiano

L'ONU nella
tua lingua! 

Messaggio del Segretario Generale in occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza sessuale nei conflitti (19 giugno)

Guterres

19 giu - La violenza sessuale nei conflitti è una minaccia per la sicurezza collettiva e un’onta per l’umanità.

Le conseguenze derivanti possono ripercuotersi da una generazione all’altra attraverso traumi, disonore, povertà, problemi di salute e gravidanze indesiderate. I bambini concepiti da uno stupro in tempi di guerra spesso hanno crisi d’identità e di appartenenza per decenni dopo la fine del conflitto.

Potrebbero essere lasciati in un limbo giuridico o rischiare di diventare apolidi. Sono vulnerabili all’arruolamento, al contrabbando e allo sfruttamento, con conseguenze non solo di ampia portata per la pace e la sicurezza, ma anche per i diritti umani.

Le madri potrebbero essere emarginate e rinnegate dalle loro famiglie e comunità. Talvolta queste donne e questi bambini sono visti come affiliati a violenti gruppi estremisti armati, piuttosto che come vittime o sopravvissuti.

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sessuale nei conflitti, amplifichiamo le voci delle vittime di guerra dimenticate, di chi soffre a causa del disonore, della vergogna e dell’esclusione nelle società divise dai conflitti armati.

Le Nazioni Unite sono pronte a lavorare con i governi, la società civile, i leader tradizionali e religiosi e tutti i collaboratori per aiutare i bambini nati da uno stupro in tempi di guerra, le loro madri e tutti coloro che lavorano alle frontiere per assisterli.

Lasciateci ribadire il nostro impegno a livello globale per eliminare la piaga della violenza sessuale connessa ai conflitti e per garantire giustizia, servizi e sostegno a tutte le vittime.

SDG Poster 2018 2

Banner
Banner
Banner
Banner

united to reform web banner 250px