L’UNHCR aggiorna i dati sui rifugiati in Ucraina, riflettendo i recenti spostamenti

GINEVRA – L’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ha aggiornato il suo portale di dati sulla situazione dei rifugiati in Ucraina, aggiungendo nuovi dati che riflettono meglio i recenti movimenti di rifugiati da e verso l’Ucraina.

La guerra in Ucraina ha causato una delle più grandi crisi di sfollamento umano al mondo. Milioni di rifugiati hanno attraversato i Paesi vicini e molti altri sono stati sfollati all’interno del Paese. L’UNHCR ha reagito all’evolversi della situazione e alla disponibilità di nuovi dati.

Il portale presenta ora il numero stimato di singoli rifugiati registrati in 44 Paesi europei, nonché aggiornamenti sugli attraversamenti delle frontiere dall’Ucraina dal 24 febbraio, sui movimenti di ritorno in Ucraina e sulle registrazioni di protezione temporanea in Europa.

Al 7 giugno, sono stati registrati circa 7,3 milioni di attraversamenti di frontiera dall’Ucraina e altri 2,3 milioni di rientri nel Paese.

Secondo i nuovi dati forniti dalle autorità nazionali e raccolti dall’UNHCR, almeno 4,8 milioni di rifugiati provenienti dall’Ucraina sono stati registrati in tutta Europa, compresi quelli che hanno attraversato i Paesi limitrofi e si sono poi spostati.

“Fin dall’inizio, l’UNHCR ha rafforzato la sua capacità di raccolta e analisi dei dati nei Paesi che ricevono i rifugiati sul profilo, le vulnerabilità e le intenzioni dei rifugiati”, ha dichiarato Raouf Mazou, Assistente dell’UNHCR per le operazioni. “Questo è fondamentale per garantire una risposta umanitaria efficace, consentendo a noi e ai partner di rispondere ai bisogni critici con un sostegno specifico e di pianificare meglio il futuro”.

L’effusione di solidarietà negli Stati che accolgono i rifugiati rimane straordinaria. Gli Stati membri dell’Unione europea hanno adottato misure senza precedenti, attivando rapidamente la direttiva sulla protezione temporanea per la prima volta, garantendo l’accesso alla protezione e ai servizi per i rifugiati provenienti dall’Ucraina. Altri Stati europei hanno esteso schemi di protezione simili.
Dei 4,8 milioni di rifugiati ucraini registrati in Europa, 3,2 milioni si sono registrati per la protezione temporanea o per analoghi programmi di protezione nazionale.

Sebbene la situazione della sicurezza in Ucraina rimanga fragile, sono stati registrati attraversamenti avanti e indietro. Alcuni si recano in Ucraina per valutare la situazione, controllare le proprietà, visitare i familiari o aiutarli a partire. Altri si recano in Ucraina occidentale e nelle aree intorno a Kiev e Chernihiv con l’intenzione di rimanere.

Molti di coloro che sono tornati hanno trovato le loro case gravemente danneggiate e hanno faticato a trovare un lavoro – dato che la guerra continua ad avere un impatto economico devastante – e non hanno avuto altra scelta che ripartire. Questi sviluppi si sono riflessi nel portale aggiornato.

Attualità