A-Z Indice del sito

Il gennaio più caldo di sempre

La tendenza al record registrata per gran parte del 2023 è proseguita nel 2024: gennaio è stato il più caldo mai registrato, secondo il Servizio europeo per i cambiamenti climatici Copernicus.
Questo è l’ottavo mese di fila che è il più caldo mai registrato per il rispettivo periodo dell’anno. Le temperature superficiali del mare continuano a essere da record.
La temperatura media mensile dell’aria superficiale è stata di 1,66°C più calda rispetto alla stima della media di gennaio per il periodo 1850-1900, il periodo di riferimento preindustriale. Questo secondo il dataset ERA5 utilizzato dal Copernicus Climate Change Service (C3S), implementato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio raggio per conto della Commissione europea.
Ciò non significa che il mondo abbia superato l’obiettivo di livello inferiore di 1,5° Celsius rispetto all’era preindustriale, indicato nell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. L’Accordo di Parigi si riferisce al riscaldamento a lungo termine per molti anni piuttosto che al superamento mensile o annuale.
Secondo il Copernicus Climate Change Service, il mese di gennaio ha superato di 0,70°C la media 1991-2020 e di 0,12°C la temperatura del precedente gennaio più caldo, quello del 2020.
L’OMM utilizza il set di dati ERA5 e altri cinque set di dati riconosciuti a livello internazionale per il monitoraggio del clima e i rapporti sullo stato del clima. Pubblicherà il rapporto finale WMO sullo stato del clima globale 2023 in occasione della Giornata meteorologica mondiale del 23 marzo 2024. L’OMM ha già confermato che il 2023 è stato di gran lunga l’anno più caldo mai registrato, a causa dei cambiamenti climatici indotti dall’uomo e del riscaldamento di El Niño.
El Niño ha iniziato a indebolirsi nel Pacifico equatoriale, ma le temperature dell’aria marina in generale sono rimaste a un livello insolitamente alto, secondo il Copernicus Climate Change Service.La temperatura media globale della superficie del mare per il mese di gennaio al di sopra di 60°S-60°N ha raggiunto i 20,97°C, un record per il mese di gennaio, 0,26°C più caldo del precedente gennaio più caldo (2016) e il secondo valore più alto per qualsiasi mese nel set di dati ERA5, entro 0,01°C dal record dell’agosto 2023 (20,98°C).
Dal 31 gennaio, la temperatura giornaliera della superficie del mare per 60°S-60°N ha raggiunto nuovi record assoluti, superando i precedenti valori più alti del 23 e 24 agosto 2023.
Per saperne di più clicca qui.

Attualità