Dichiarazione del portavoce del Segretario Generale – sugli attacchi in Ucraina

Il Segretario Generale condanna fermamente gli attacchi missilistici odierni della Federazione Russa che hanno colpito abitazioni e infrastrutture civili in tutta l’Ucraina, comprese le città di Kiev, Kryvyi Rih, Dnipro e Pokrovsk. Secondo quanto riferito, gli attacchi hanno ucciso decine di civili, tra cui bambini, e ne hanno feriti oltre 150.

Particolarmente scioccanti sono gli incidenti in cui i missili hanno colpito l’Ospedale Nazionale Specializzato per Bambini Okhmatdyt di Kiev, la più grande struttura pediatrica dell’Ucraina, e un’altra struttura medica nel quartiere Dniprovsky della capitale.

Attacchi diretti contro civili e oggetti civili sono proibiti dal diritto umanitario internazionale e qualsiasi attacco di questo tipo è inaccettabile e deve cessare immediatamente.

Il Segretario Generale porge le sue più sentite condoglianze alle famiglie di tutte le vittime e augura una pronta guarigione ai feriti.

Stéphane Dujarric, portavoce del Segretario Generale

New York, 8 luglio 2024

    

Per saperne di più clicca qui.

Attualità